Monte Acuto

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Allevamento dei bovini e dei suini

Allevamento

L'allevamento bovino, diffuso in tutta l'isola Ŕ particolarmente presente nell'ozierese, ricco di estese superfici adatte al pascolo e attraversate da numerosi corsi d'acqua. Nel passato il bestiame veniva allevato allo stato brado entro vasti terreni recintati (tanche) o in terreni aperti sotto la custodia di un guardiano. A partire dal XIX secolo si registra un naturale incremento del numero dei capi dovuto al miglioramento e all'introduzione di nuove razze (soprattutto bruno-alpina), all'impianto di colture foraggere e alla costruzione di moderne stalle.



L'allevamento dei suini
Il maiale allevato a livello domestico rappresentava per la famiglia sarda la principale fonte di proteine dell'alimentazione tradizionale. L'uccisione del maiale (su mannale) non era avvenimento confinato all'ambito familiare, ma prevedeva la partecipazione di numerose persone scelte fra amici e parenti secondo criteri variabili ma sempre riconducibili a solidi legami di frequentazione. Sul rituale connesso con la uccisione domestica del maiale in Sardegna come anche sulle tecniche di macellazione e di utilizzazione delle diverse parti delle bestie Ŕ stato giÓ scritto molto. Certo Ŕ che, anche nelle localitÓ in esame, del maiale nulla andava perso a partire dal sangue, raccolto grazie al particolare sistema di macellazione, che rappresenta l'ingrediente base, insieme ad altri (fra i quali l'uva passa e aromi diversi), del cosidetto sanguinaccio (su sÓmbene) per finire con le setole recuperate spesso dai calzolai per irrigidire le estremitÓ degli spaghi usati per la cucitura manuale delle scarpe. Della carcassa sezionata, una parte pregiata, l'arista,che costituisce i cosidetti ipýnos era destinata ad essere donata a parenti, amici e compari per il consumo immediato.

Indirizzi utili

AlÓ dei Sardi

  • Salumi Satta di Francesco Satta, via Sassari 7, tel. 079 723321


Berchidda

  • Salumificio F.Lli Soggiu & C.S.D.F., reg. Pirastros Muzzos, tel. 079 704321

Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu