Monte Acuto

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Il formaggio

Attività produttive

Verso la fine del 1800 si sviluppano in Sardegna i caseifici di tipo industriale. L’insediamento di questo tipo di industra ad opera di imprenditori laziali e toscani, sconosciuta fino ad allora, portò a rapidi cambiamenti sul piano delle condizioni produttive come anche sui rapporti di produzione. Vennero organizzate su scala industriale la produzione, la stagionatura e l’esportazione del formaggio; in particolare venne prodotto il pecorino di tipo romano, esportato, in quanto molto richiesto dagli emigrati italiani, in diverse regioni della penisola e anche in America.



Pascoli verdi e incontaminati, profumatissima macchia mediterranea, aria purissima: in questo paradiso terrestre pascolano le pecore nell’area del Monte Acuto. Non deve meravigliare, dunque, se da sempre, queste campagne siano state caratterizzate da una eccellente produzione di formaggi. Fondamentalmente formaggi ovini, ma con una buona presenza di formaggi vaccini e, in misura minore, anche caprini.
Caratteristica forma del pecorino è la forma cilindrica, facce piane, scalzo diritto e leggermente convesso. Questo formaggio viene venduto nei tipi Sardo Dolce (da tavola) di breve maturazione (da 20 giorni a due mesi) o in quella di Sardo Maturo (oltre due mesi di maturazione), da grattugia.
Il primo ha colore bianco paglierino, pasta morbida e compatta o con rare occhiature, dal sapore dolce o gradevolmente acidulo e dal caratteristico aroma. Il secondo ha una crosta liscia dal colore paglierino tenue che diventa progressivamente più scuro con l’invecchiamento.
Stesso mutamento di colore subisce anche la pasta che si presenta compatta o con una minuta occhiatura e con sfumature aromatiche tipiche di questo formaggio che si accentuano col procedere dell’invecchiamento.
Un’attenzione particolare meritano, nel campo dei formaggi del Monte Acuto le golose "perette". Possono essere di tipo vaccino ma recentemente si stanno diffondendo anche delle produzioni di peretta da latte ovino.
Si tratta di formaggio a pasta filata di forma vagamente ovoidale prodotto nella fase conclusiva della lattazione (giugno-luglio). Ma si stanno creando le condizioni affinchè si arrivi a produzioni nell’arco dei diversi mesi dell’anno.
Una produzione importante è in quest’area anche quella dei formaggi pecorini a pasta molle a quella della ricotta gentile di pecora.
Quest’ultima si ottiene, con lavorazione artigianale dal riscaldamento del siero derivante dei formaggi di pecora. Ha una massa fioccosa, morbida, bianchissima e dal sapore delicato.





Indirizzi utili

Oschiri

  • Cooperativa Pastori Oschiresi

Reg. S'Utturu 079.733094

  • Fogu Casearia Srl

Zona Art. S'Utturu 079.734149

Buddusò

  • Sardaformaggi Via Damiano Chiesa n.20,

Tel. 0789/21657 (Olbia)
079/714081 (Buddusò)
055/8330046-7 (Incisa Valdarno)
E-mail

Sito web
www.sardaformaggi.it


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu