Monte Acuto

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


La collina

Natura

Questo è il paesaggio della sughera, il cui ’frutto’, il sughero, è stato utilizzato dall’uomo fin dalle antiche civiltà pastorali quale materiale d’elezione per molteplici usi.
Camminare in una sughereta appena decorticata, in cui il rosso dei fusti contrasta con il verde ceruleo delle chiome, rimarrà per chiunque uno spettacolo indimenticabile. Un mare d’erba: queste sono vallate e pianure dove pascoli sconfinati, incorniciati da una fitta
trama di muri a secco, sono il segno più evidente della presenza dell’uomo. Le ricche fioriture di asfodelo, orchidee e papaveri dominano la primavera, mentre a inizio estate è l’uomo, con la fienagione, a imprimere geometrie regolari ai campi.








Colline di Oschiri con pascolo intensivo.
Sulle colline orientali del Monte Acuto, naturalmente occupate da sugherete, le attività umane hanno portato spesso all’eliminazione del manto boschivo e alla sua sostituzione con distese di pascoli che determinano un nuovo assetto ambientale, a volte eccessivamente "piatto" ed ecologicamente semplificato.







Torna ai contenuti | Torna al menu